Che cos’è la SPSP?

Seconda Persona Singolare al Presente.
Cosa significa scrivere letteratura in SPSP?
È quello che questa selezione vuole scoprire, facendolo nel modo più diretto possibile: chiedendo agli autori di sperimentarla.

Sei a un corso di scrittura creativa, il block-notes (o il notebook o il tablet o quello che vuoi) ancora intonso pronto a memorizzare tutti i segreti del mestiere. Da qualche parte bisogna pur cominciare e la persona che vi fa lezione, per non rischiare di essere troppo innovativa, comincia dalle basi.
Come si può scrivere un racconto?
Il gesso stride sulla lavagna mentre l’insegnante vi spiega – con il tono dolce che si riserva ai cani, ai bambini e ai dementi – che ci sono due modi di narrare una storia.
In prima persona e in terza persona.
Beh, sai una cosa?
Mente.

La SPSP ti è tutt’altro che sconosciuta.
La usi nella vita di tutti i giorni per far mettere il prossimo nei tuoi panni (Ero lì ad aspettare il treno quando qualcuno mi picchietta sulla spalla. Io mi volto, ovviamente. Ora, immagina. Ti trovi davanti un vecchio in mutande e infradito. Mutande e infradito. Nel bel mezzo della Stazione Centrale. E questo vecchio ti chiede – così, come se fosse la cosa più normale al mondo: «Avrebbe cortesemente una sigaretta da offrirmi?» Guarda, non so che faccia ho fatto.) o nei panni di qualcun altro (No, non è così semplice. Se sei nato e cresciuto in un luogo in cui a otto anni i bambini sanno già sparare, è normale che tu cresca in quel modo. Ti svegli a stomaco vuoto e non sai se quel giorno riuscirai a mangiare. Non sai neanche se arriverai vivo a sera. È normale che da adulto, se sopravvivi, tu sia fatto in un certo modo.) o, ancora, per imporre la tua visione al prossimo (No, non mi convinci. Tu non sei fatta così. Tu questa cosa non la accetti ma non lo vuoi ammettere. Io ti conosco.).
Trovi la SPSP nelle pubblicità (Lo provi e lo ami!), nei manuali (Leviga la superficie con la carta abrasiva. Stendi il primo strato di aggrappante. Ricorda che esistono diversi tipi di aggrappante per diverse superfici.) e nelle canzoni (ti serve davvero un esempio?). Potrebbe anche esserti capitato di trovarla nei videogame, nei librogame e nei giochi di ruolo.
Il luogo in cui la troverai meno, invece, è la letteratura, ed è proprio per questo che esiste questa selezione di racconti.

E adesso?
Adesso non ti rimane che aggiornarti sulla nostra iniziativa.

2 comments on “Che cos’è la SPSP?

  1. Questa è sempre la narrazione in prima persona, una prima persona che si rivolge a una seconda. Uno stile di cui l’esempio più classico è semplicemente una lettera. Uno stile assai intenso, molto intimo e coinvolgente, ma il narratore può essere rispetto a coloro di cui si parla nel testo, in terza persona (quando parla di altri) o in prima persona (quando parla di se stesso, anche se si rivolge a qualcuno secondo). Io la vedo così.

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s